Pages

mercoledì, luglio 2

COME CREARE IL CAOS!

autore Roberto Caprioli

Creare il caos o scatenare un ondata di panico pubblico non è un'attività semplice, ne immediata!
Per questo motivo riporto di seguito l'esperienza di alcuni veri esperti del settore i quali riescono sempre e molto bene nel loro intento.
Il case study verte sulle FNM, ferrovie nord Milano.
La società è un ente parastatale, tutto lombardo, che si occupa della gestione di alcune linee ferroviarie locali (da Milano verso tutto l'hinterland). Le FNM nascono nel 1877 e nel 2007 hanno trasportato 59milioni di persone.

Nella sua storia recente le FNM sono andate integrandosi con il sistema dei trasporti pubblici di Milano (Atm) e le FS.
L'integrazione con l'Atm ha comportato il cambio del formato degli abbonamenti, che nel corso del tempo sono passati da supporti puramente cartacei ad essere dei badge.
Il cambio di formato è il primo passo necessario a creare il panico!
L'operazione non è stata lineare ma a sbalzi. Nel senso che il formato dei badge è variato almeno 3 volte nel giro di un paio di anni con il risultato che persone diverse hanno badge di formato diverso.

Nel suo progredire ed entrando nell'era dell'informatica e dell'automazione le Ferrovie Nord hanno sostituito quasi tutti i bigliettai presenti nelle stazioni con delle macchinette automatiche. (so anche che hanno centralizzato la gestione dei passaggi a livello ma spero non abbiano mai problemi in questo)
L'automazione è il secondo passo verso il caos.
In tutte le stazioni sono state installate le biglietterie automatiche ma nella maggioranza dei casi non funzionano punto primo. Colpo di genio il numero di emettitrici non è parametrizzato al numero di persone che usano la stazione, infatti in Cadorna ce ne sono solo 2.
Punto secondo per fare gli abbonamenti alle emettitrici automatiche si deve avere il badge, ma non tutti i formati dello stesso sono accettati.

Terzo passo verso il caos è la disinformazione.
Le Nord decidono che dalla data del 22 Giugno cambieranno le regole per l'erogazione dei mensile. Da tale data viene stabilito che gli abbonamenti potranno essere fatti solo alle biglietterie automatiche. Vengono poi introdotta una nuova serie di biglietti e regole varie che ancora non ho compreso.
I cambiamenti vengono comunicati principalmente con avvisi in bacheca. E per bacheca non intendo quella web, ma proprio uno spazio fisico nelle stazioni. Spazio fisico che in genere nei luoghi meno osservati delle stazioni.
A onor del vero anche sul loro sito web viene comunicata la cosa, ma come annunci nella rassegna stampa. Altre informazioni invece si narra che non siano state pubblicate per una dimenticanza, ma sono voci di treno...

Una volta compiuti questi tre passi il resto è stato una bazzecola per FNM, hanno dovuto aspettare la fine del mese di giugno!
Infatti puntualmente ieri in qualsiasi stazione con una biglietteria automatica (da me vista e per quanto ne so le uniche) o fisica ho visto code di almeno 10 persone, con picchi di almeno 100 in Cadorna, e non so quantificare le attese!
Faccio presente che con le precedenti regole i tempi di attesa per fare un abbonamento in questi periodi del mese era 5 minuti!

Le Nord nel creare il caos hanno avuto alcuni alleati tra cui il caldo e il cadere del fine mese in giorni lavorativi.
Senza sottovalutare l'astuzia che avuto nel non permettere di acquistare online i biglietti e nel non fare annunci vocali a riguardo nelle stazioni.

Ma il vero colpo di genio è che il caos non è ancora finito! Infatti sfruttando quanto costruito fino ad ora potranno ricreare facilmente all'inizio delle scuole!

Ora che ho chiesto e mi sono informato di tutta la riorganizzazione operata ci sono ancora dei punti oscuri da chiarire:
- dove si fanno i biglietti normali
- come faccio a convalidare l'abbonamento se non ho più cartaceo
- come potrà il controllore, controllare gli abbonamenti senza cartaceo
spero di capirlo presto!!!

A salvare le FNM e a farle onore è aver tolto la multa per chi fa il biglietto sul treno se sale ad una stazione senza bigliettaio.

1 commenti: